Innamorarsi di Modena, cosa visitare in città

Nel cuore dell’Emilia Romagna, sorge Modena, antica capitale del Ducato degli Este, che risulta particolarmente affascinante e interessante da visitare. Se il tempo a disposizione è limitato, bisogna organizzarsi in modo da poter ammirare le bellezze artistiche e monumentali che la città modenese offre ai propri visitatori.

Modena: la sua struttura architettonica

Uno dei primi elementi che colpisce il visitatore è dato dalla particolare struttura architettonica della città che si basa su un elemento naturale: l’acqua. Questo ha comportato la costruzione di diversi canali che attraversano l’intero tessuto urbano e che hanno dato il nome alle principali strade del centro della città.

Una visita assolutamente immancabile è quella a Piazza Grande dove sorge l’antico Duomo romanico che risale ad un periodo compreso tra l’XI e XII secolo. L’edificio assume particolare interesse dal punto di vista architettonico: si compone infatti di tre absidi cui si affianca la torre Ghirlandina. Questa conformazione comporta una struttura caratterizzata da un incastro complesso e che presenta delle forme diverse.

La visita al Duomo deve trovare il suo completamento con un passaggio ai Musei del Duomo all’interno dei quali è possibile trovare una spiegazione approfondita di come è stata realizzata la cattedrale.

Situato in Piazza Grande è anche il Palazzo Comunale, collocato in una suggestiva cornice di antichi palazzi medievali.

Altra costruzione interessante dal punto di vista artistico è la Chiesa di Sant’Agostino che, pur risalendo al Trecento, ha subito delle modifiche nel corso dei secoli.

Da ammirare sono alcuni dipinti presenti al suo interno come la Deposizione della Croce del Begarelli e la Madonna con Bambino di Tommaso da Modena.

Modena e i sistemi museali

Ma nel capoluogo emiliano non ci sono solo bellezze monumentali; infatti gli appassionati d’arte troveranno soddisfazione nei diversi musei che sono presenti all’interno del tessuto cittadino.

Da visitare assolutamente è il Palazzo dei Musei, al cui interno è presente anche la Galleria Estense con quadri davvero di notevole pregio e la Biblioteca Estense dove si possono reperire testi molto antichi e preziosi.

Altra tappa da preferire è quella al Museo Civico di Storia e Arte Medievale e Moderna.

Per chi viaggia con bambini al seguito, per evitare di annoiarli, è opportuno anche fare una breve sosta al Museo della Figurina, nato grazie alla passione per il collezionismo di Giuseppe Panini.

Modena: feste e sapori della cucina emiliana

La città di Modena è in grado di attirare immediatamente i visitatori non solo per le bellezze di interesse artistico, ma anche per i diversi eventi che si tengono periodicamente in città e che sono all’insegna dei sapori locali e del buon vino.

Impossibile non gustare un bicchiere di buon vino Lambrusco, frizzante e dall’aroma inconfondibile.

Trovandosi in città nel periodo giusto sarà possibile partecipare alla Fiera di Sant’Antonio che si tiene il 17 gennaio, alla Fiera di San Gimignano del 31 gennaio, alla Settimana Estense nel periodo di giugno o nel mese di settembre alla Festa della Filosofia.

Un appuntamento assolutamente unico è il Carnevale modenese, la cui maschera tradizionale è quella di Sandrone, l’emblema della saggezza del mondo contadino.

Redazione primapagina.mo.it

Redazione primapagina.mo.it

Modena in Prima Pagina è il nuovo portale che parla della città, della sua cultura, dei suoi protagonisti e delle sue aziende. Un sito web tematico per far conoscere il nostro territorio, da visitare e da gustare. Modena in Prima pagina mette in vetrina le eccellenze della città.